giovedì, aprile 19, 2007

Che bella cosa la concordia!!!



Fa piacere essere italiani e riflettere sulla “decenza” della politica italiana. Ricordare come il parlamento agisse a vuoto sotto la tutela dello Statuto albertino (che annullava o favoriva le “tendenze governative”) all’epoca in cui alla dirigenza economica della società bastava dialogare coi Savoia per determinare, a volte col rovesciamento, le decisioni prese dal parlamento, non universalmente eletto.

Italia (Europa, Mondo) XXI secolo: le donne votano e il suffragio è limitato solo per quei cittadini che, per ragioni penali e amministrative, hanno perso i diritti politici, come elettori, e che però possono tranquillamente candidarsi e sperare, soprattutto se molto abbienti e di famiglia “ di un certo livello” di essere deputati a rappresentare i cittadini tutti, quelli che votano e quelli che no.

Per il resto:lasciamo perdere il fascismo, in cui la democrazia di fatto non c’era e il secondo dopoguerra, quando il potere dovette patteggiare per far metter giù le armi a molta gente.



Oggi col potere non si dialoga più. Ma non, per usare un termine “di moda”, a causa della sua “autoreferenzialità” (che il 90 % degli elettori manco sanno cos’è), ma per via del fatto che il “dialogo” avviene tra la classe politica e quella economico-monetario-finanziaria, che in un fitto scambio di giudizi ipotetici e apodittici tra loro, a volte sussurrando, a volte gridando sguaiatamente, si scambiano informazioni, favori e ricchezze.
In tutto questo esiste un “demos”(maggioranza limitata solo da barriere territoriali) che sta a guardare con aria attonita, schiacciato dal pessimismo e dal senso di inutilità della lotta. Non pensando che l’anarchia ,per citare le parole di Gaber: "oggi no, domani forse , ma dopodomani sicuramente". Proprio si riserva al pensiero e al dominio dell’anarchia (la cui essenza è: costruire una società dove tutti siano obbligati a non rompere i coglioni a nessuno) lo stesso spazio mentale che si riserva al non essere: non è, non è stata, non sarà.

E allora, visto che l’anarchia non sarà, giochiamoci ai dadi le nostre speranze e affidiamo ai buffoni del potere il nostro destino di elettori. Di soggetti del “suffragio” (bello eh?)

Continuano le vicissitudini inerenti alla legge elettorale. Seguiamole nella loro evoluzione dialettica. Poi siccome il politichese dei giorni nostri, oltre che incomprensibile è pure abbastanza ignorante come linguaggio, Cloroalclero vi offre delle traduzioni di questo elevato slang, ove serva, laddove risulti, nella sua stitichezza concettuale, più ustioso. Non pretendo gratitudine, al max si accettano delle collette.


Calderoli, apparentemente, è stato illuminato sulla via di damasco come san Paolo. Dichiara infatti:

"A Prodi offro un armistizio: se lui ci garantisce che la legge elettorale si fa sul serio non gli farò casini su altre cose in Parlamento, fermo restando che noi siamo opposizione e intendiamo restarlo".

Traduzione: Non creerò casini. Starò pure all’opposizione. Basta che mettete in cantiere una legge che consenta pure a me (e alla lega, ovvio) di restare a galla.

Poi dice:


"Al Senato il governo posso farlo cadere quando voglio, e non sono vanterie...".
"Prodi non si rende conto che la legge elettorale è la sua assicurazione sulla vita. Perchè alla Camera gli è andata bene, ma non so se il passaggio in Senato sulla vicenda Mastrogiacomo sarà altrettanto indolore".
Traduzione: “se vogliamo creare casini, non abbiamo problemi. I nostri vi voteranno contro sulla vicenda Mastrogiacomo. Quindi: schisci”

La tregua, prosegue l'esponente leghista. durerà "il tempo strettamente necessario. Non un minuto di più. E chiedo segnali concreti: almeno il voto di un ramo del Parlamento entro il prossimo 25 luglio giorno in cui i referendari depositeranno le firme in Cassazione".

Traduzione: Questa è la scadenza di una legge elettorale che mi (anche alla lega, ovvio) permetta di tenere la poltrona di piu, perché col referendum si rischia che perdo il posto


Che bello poi vedere che Prodi, da Tokio, cortese e mellifluo, risponde a Calderoli (ve li ricordate gli sputi metaforici e gli insulti che si scambiavano in campagna elettorale?)superando contrasti e astio.
Gentile gli risponde: fermo ma concorde.

"Cocciutamente insisto che non farò mai una legge elettorale che non abbia una maggioranza amplissima, altrimenti il giorno dopo ricadiamo nell'instabilità".

Traduzione: Calderoli, ma lo sai che sono d’accordo, cazzo.

Ma poi, essendosi sbilanciato troppo ha un moto d’orgoglio verso i suoi muahahahahahaha elettori:
"Indipendentemente da quanto detto da Calderoli, il valore della stabilità è importantissimo"

Qui non c’è bisogno di traduzione. Prodi continua:


"E' inutile sottostimare i problemi di divergenze di opinione, però ci sono più
possibilità di quel che pensavo all'inizio".


Traduzione: Sì ok, io al governo voi all’opposizione ma diciamocelo, se po’ fa.

Poi Prodi, per dimostrare che le jene, che dicono che i politici sono ignoranti, hanno schifosamente torto, si lancia in un pregevole giudizio “da storico”, cioè dice che se l'Italia avesse avuto una stabilità di governi sin dal dopoguerra "sarebbe oggi un paese leader in tutti i campi".

Quindi sappiamo che condivide anche il pensiero di Berlusconi, per cui “fare politica” significa realizzare “l’Italia che ho in mente”.

"Ora parte una grande avventura che si misura con il Paese non contro i partiti, ma oltre i partiti, anche perché gli stessi partiti lo hanno voluto così ampio ed esteso".

Addirittura diviene filosofo: auspica, per tutti noi che lo ascoltiamo, un futuro di “trascendenza” nei partiti (non cristiana, non induista, non platonica) , promuovendo
"un dibattito ed un reclutamento(nell'esercito? ma noo,anzi,sì, ma solo "anche") il più ampio possibile",

E dove se non nel futuro , glorioso P D ? Dice infatti:
proprio perché il Partito democratico è stato pensato "come un cambiamento radicale dove per la prima volta invece di dividersi ci si unisce".
Traduzione: Chi entra nel PD è unito. Chi sta fuori, sta separato proprio dal successo politico. Quindi stateci, mostrando radicalità nel mollare le vostre stronzate di contrattazione internazionale del lavoro, di riduzione delle spese militari ecc…



"con molta serietà (si fa per dire) che il Partito democratico deve nascere fondato e radicato profondamente nella Costituzione, nell'articolo 49 che parla di metodo democratico e di trasparenza". Oddio, speriamo che Prodi, vista la scarsa significatività del riferimento e dei vocaboli che usa, di questi tempi, non decida di manifestarsi in televisione con vestiti trasparenti (che altro può significare?)

Poi ci rassicura che tutto cio’
"non sono chiacchiere (dubitavate?) perché è la Costituzione che lo dice e su questo punto bisogna lavorare molto"
mmmm piu’ o meno di una commessa dell’esselunga in un paio di mesi?

altrimenti(...) il Partito democratico "nasce con un distacco dalla gente e dal paese e da quelli che sono i desideri dei giovani"
Embe? E io che ci ho 40 e passa anni? I miei desideri che sono, merda?

Di più il premier non dice sulla modalità tecniche "perché questo tema deve essere oggetto di dibattito"
Tra chi e chi?

Quel che è certo e che per la nascita del Partito democratico "serve una maggiore apertura e la maggiore trasparenza possibile".
Spero non dei suoi vestiti (bleah).

Penso che Prodi, Calderoli ( e Berlusconi e D'alema, per fare doppia coppia) siano , è vero, avversari, ma in fondo, intimamente uniti da un sentire comune.
Un sentimento fatto di feeling politico e dalla consapevolezza di essere fatti tutti della "stessa pasta", appartenenti alla stessa tribu' che si riconosce "a naso". Persone fatte le une per le altre che lavorano (pagate profumatamente da noi) perseguendo obiettivi comuni.
Nella fattispecie, fare qualsiasi cosa ,anche contro se stessi e il mondo, per evitare il referendum.
In generale: metterla nel culo agli "elettori", che facilmente si consolano al pensiero dell'avanzata democrazia in cui hanno la fortuna di vivere.

E, soprattutto P D, P D, P D...

ps: per dimostrare che questo post è sull'amore e all'insegna dell'amore, se siete arrivati fin qui, beccatevi il video di ELio: ti amo campionato. Vi chiederete: cosa c'entra? C'entra, c'entra...

16 commenti:

Carlo Gambescia ha detto...

Ciao Cloro,
Gustoso. Sono pezzi che ti vengono molto bene. Complimenti.
Ariciao,
Carlo
P.S.
Hai visto l'editoriale di Mieli sul "Corriere"?

Jacopo Keller ha detto...

Signora, il suo scritto è pieno di parolacce!! Non vorrei segnalare il suo Blog al Moige!

Comunque andando al punto la legge elettorale deve tenere conto innanzitutto della maggioranza del paese cioè di noi Cristiani.

Tanto per fare un esempio, persone che credono in valori quali la famiglia naturale (Unione tra UOMO e DONNA per fare figli), nelle radici Cristiane del nostro paese, nella lotta all'immigrazione islamica o di altre religioni favorendo l'ingresso ai soli Cristiani.

Una legge che garantisca l'elezione di un partito democratico e cristiano, che rafforzi i rapporti con Santa Madre Chiesa, con i principi della Chiesa quali Card. Bertone, Mons. Bagnasco, monsignor Luigi Negri, personalità che possono solo arricchire la nostra nazione ricordandoci la nostra identità nazionale, le nostre radici.

Ora la saluto, perchè dopo aver letto le parolacce mi devo confessare, altrimenti alla messa dei Vespri non potrò fare la Santa Comunione.

Ma sappia che la perdono e che pregherò per Lei e tutti i lettori di questo Blog affinchè si convertano o si pentino e tornino nella casa del Signore.

elisa ha detto...

non ci posso credere muaaaahhhaaa

hendrix ha detto...

Per il sig. Keller:
se le disturba tanto il pensiero di un sito che recita "cloro al clero" come mai è approdato qui ?
E' il Suo buonismo da boy scout ?
Se vuole fare del bene lo faccia e non lo dica a nessuno alrimenti si chiama ipocrisia...

Jacopo Keller ha detto...

Signor Hendrix, si vede che non ha letto i miei commenti precedenti.

Con piacere le spiegherò: Sono un numerario dell'Opus Dei e come tale oltre alle mie funzioni normali mi occuppo del progetto e-vangelizzare cioè ad ognuno di noi viene affidato un certo numero di Blog fatti da figli del Cristo che si sono persi.

La nostra missione è presentarci, ricordare che il Cristo esiste,riportarli nella vigna del Signore, convertire eventuali giudei o islamici facendogli scoprire la bontà del Cristo e pregare perchè cio avvenga.

Siamo trasparenti, spieghiamo la nostra missione nei commenti.
Vede la tenutaria di questo Blog, tollera la mia presenza, perchè in fondo anche lei come voi sentite la parola del Cristo e la vostra anima nel Cristo si riconosce e ne come il pane ne chiede sempre più per potersi nutrire.

Tutto qui. Ora la saluto e pregherò anche per Lei.

Un Caro e fraterno abbraccio
Jacopo

korsaro ha detto...

A me piacciono le parolacce vengo qua una volta al giorno per prendermi la mia dose quotidiana se no sto male vado in astinenza vengo e sto bene non ho nemmeno sensi di colpa Di Cloretta ma non hai ancora capito che i 40enni non comprano suonerie merendine ricariche vestini firmati ecc cioè comprano ma comprano per i loro figli allora saprai bene che bisogna far leva e corrompere i figli E non dirmi che stai a sentire e credi alle messe cantate dei lorsignori lo sanno quindi .. non ti parlano non ti calcolano non ci calcolano ..

hendrix ha detto...

Ho incontrato da poco questo blog navigando in siti di informazione alternativi alle versioni dei nostri media ufficiali, così scadenti e tutti uguali.
Se lei, Jacopo, frequenta il sito, avremo occasione di capire cosa pensa l'altro, per il momento le posso dire che ogni mattina e in tutti i discorsi che mi faccio sulle questioni religiose, metto sempre il dubbio davanti alla certezza.
Non so se un Dio, o una Dea, o un insieme di Dei esistano, non lo so, non lo sa nessuno per la verità.
Ma so che la certezza della fede come la sua negazione sono la stessa cosa.
La ringrazio dell'abbraccio ma non per le preghiere.

Anonimo ha detto...

Ciao, vabeh, mi rendo conto che Jacopo Keller e le sue elucubrazioni in materia religiosa sono un pelo stridenti con lo spirito anticlericale di questo blog. L'ho pure richiamato all'ordine, ricordandogli il contenuto del mio nick. Tuttavia ha scelto di non andarsene e di fare il pastore qui dentro. Posso io mandarlo via o bannarlo? A parte il fatto che sono anarchica e non banno nessuno che non sia insultante, del resto anche Zarathustra parla, e lietamente, con il vecchio eremita religioso, il quale, anche se gli suscita sorpresa(perchè mostra di ignorare che dio è morto), non gli suscita certo disprezzo.
Cloro

elisa ha detto...

Personalmente penso che solo il fatto che tutti i commenti siano indirizzati al reverendo piuttosto che al contenuto del post sia già una sua vittoria. Per una conversione la vedo dura e comunque venire da Clo e tentare la reminiscenza di anime anarchiche, anticlericali e giudee dimostra coraggio (ammesso però che il personaggio sia vero...e io di dubbi ne ho).
PS
Clo, mi hai fatto stare in pensiero, in silenzio per due giorni, è tutto ok?

hendrix ha detto...

Mi mancava giusto l'ultima figurina del PD per completare la collezione delle figure di m..da di una sinistra abbondantemente derisa e incapace di farsi sentire.
Un anno fa il deputato B. li chiamava Cog...ni e ieri "se davano bacetti", ieri B. c'aveva in mano quasi tutti i media, domani c'avrà pure er telefono.
Che bella cosa il politically correct...
Che bella cosa la concordia...
RIVOGLIOOO LA LOTTA DI CLASSEEEE
solo per capire chi è l'avversario.

orso ha detto...

bel post Cloro...
..."il “dialogo” avviene tra la classe politica e quella economico-monetario-finanziaria"...questo è la frase che determina il nostro stato di cose...
riprendiamoci la politica e mandiamo affanculo questi teatranti da strapazzo!
un saluto libertario
orso
PS
concordo con te sul "non bannare salvo offese", forse potremo fare qualcosa (non considerazione) noi che postiamo...e se bestemmiassimo all'impazzata? ;-)

Cloroalclero ha detto...

Ciao a tutti.
xCarlo. No nn l'ho letto azz..
che diceva?
x Korsaro: pure io ho bisogno di parolacce. Come l'ossigeno proprio. Di dirle, ovvio.
x Elisa: sarà la primavera. Non ci ho tanto la testa...mah...
x Orso: bestemmiare?!?In questo blog è già stato fatto, nn so se ti ricordi...
x Hendrix: ank'io soffro del fatto che sia tanto difficile (politicamente, per il gregge) individuare un nemico.
xJacopo: ehm...ciao.

Carlo Gambescia ha detto...

Ciao Cloro (e a tutti),
America forever... Se puoi, vai sul mio blog...
Carlo

cortomaltese ha detto...

"i conati di vomito e lo schifo diffuso"... li sto provando in questi giorni che vedono la rinascita della dc con l'impegno del baffetto, di rutelli e c. e la partecipazione straordinaria della binetti. cilicio x tutti come puntualmente ci ricora jacopo. questi qua al governo ci sono e si sente purtroppo. dovremmo impegnarci di più per mandarli a casa sti quattro stronzi altro che governo amico.

Lukk ha detto...

Non c'entra niente.. ma sul suo blog "ilNazionalista" aquilatricolore ti ha risposto come se fossi tu il cinese.. o non sa l'italiano o è idiota..

tisbe ha detto...

Cloro, ti dico la verità, io ho una speciale idiosincrasia nei cofronti della gente cosiddetta "perbene"
Ma perbene de che??????
a fregare il prossimo siamo bravi tutti
(io no ad esempio e per questo morirò povera e misconosciuta)