mercoledì, dicembre 27, 2006

Il Natale dei Babbi impiccati

Una delle recenti decorazioni natalizie, che per conformismo si è propagata in modo abbastanza esteso per essere notato,almeno qui a Milano, è quello dei babbi natali scalatori.

Pupazzetti di 50-70 cm che vengono appesi alla ringhiera dei balconi in posizione, appunto, da “scalatori”: con una gamba su e l’altra piu’ in basso, nell’atto di star per scavalcare i balconi.

Ebbene: è nato il movimento per la liberazione dei babbi natali scalatori, attivo nella bergamasca che ha sequestrato 15 babbi natali scalatori, facendoli ritrovare in un bosco.

Le motivazioni del gesto sono nobili e ideologicamente fondate, Certo, il movimento non sa che babbo natale è figlio della coca cola.

Delle nobili motivazioni, mi sento di menzionarne e condividerne una in particolare e cioè che,se attaccati male o preda delle intemperie, i babbi sembrano degli impiccati.

E a me questo mi pare una cosa che porta un po’ sfiga, però se penso che babbo natale, appunto, è figlio della cocacola, penso che in fondo c’è l’armonia dell’universo e che in questo esasperato squilibrio, forse un’ intelligenza superiore potrebbe intervenire e prendere a calci nel culo quelli che l’impiccagione ( e la tortura, e la sedia elettrica ecc…) la praticano davvero.

Quindi, satanicamente, auspico che il conformistico ( e un po’ infausto) gesto di avere il BABBONATALE impiccato fuori dal balcone, sia, in fondo, un portafortuna per l’umanità non completamente stronza.

4 commenti:

Cilions ha detto...

sono semplicemente osceni!

eugeniocazziduis ha detto...

Grazie per la visita!
Mille anni fa ho aperto il blogs primariamente per metterci su le canzoncine, poi nessuno se le filava e sono diventato triste. Adesso ce n'è un'altra quasi pronta, non so se ti piace ma il tuo commento mi ha commosso profondamente e ho deciso che mi ci impegnerò a metterla online entro una settimana. E' che sono preso dal gruppo noiserock, di questi giorni... abbiamo fatto una canzune che parla di Umberto Eco, nonchè una cover con testo cambiato della colonna sonora della pubblicità della Tassoni, si chiama "Cedrata del Libano".
Buona serata

eugeniocazziduis ha detto...

A, comunque i babbi natali scalatori sono kvlt. Penso che ispirerà il mio prossimo testo.

Anonimo ha detto...

Ma non dovevi linkare il Ritvanarium di cui son Demiurgo/Giovin Platone/Diogene Laerzio ?

...Sei già linkata sul Ritvanarium o implaKabile inimiKa del Ritvanpensiero !

Auguri Iniqui e Coloniali ;-)

www.ritvanarium.splinder.com


DavidLapalissus