mercoledì, dicembre 27, 2006

"A Morte Saddam Hussein"


Cos’è la morte di Saddam Hussein? Cosa rappresenta significativamente?
Niente altro che la necessità, per l’elettorato neocon occidentale, di effettuare una catarsi dei dolori della guerra e un sacrificio del “capro espiatorio” di cio’ che ne costituirebbe la causa.

Saddam morirà. La certezza viene dal fatto che l’Estabilishment massmediatico ha diffuso in giro la notizia che numerose persone si sono offerte come boia.

Quest’evento, per nessuno di noi riscontrabile in documenti, sarà equivalente ad altri casi di dittatori in cui parenti di assassinati si saranno offerti di ammazzare personalmente il capo dei carnefici.
Si sa niente di gente che abbia chiesto, che so, di ammazzare personalmente Pinochet, o Videla, che han fatto cose che farebbero impallidire il nostrano Koch?
Non si sa e il pubblico non ha modo di verificare. Però lo dicono e non dicono nulla mai per caso.

Gli stati Uniti annunceranno la partenza di altri 35000 uomini, all’inizio di gennaio,per l’Iraq.
In piu’ sostengono con apporto di armi gli etiopi che stanno occupando la somalia.
Gli Usa non avevano buoni rapporti con le corti islamiche, a loro dire, complici di alqaeda.

Tutto questo fottuto ambaradan richiede la morte di Saddam.
Per dare un senso di “risoluzione del problema” attraverso la rimozione della causa
Per suggellare con un sacrificio (che ha il valore di ingraziarsi dio), le deliberazioni provvidenzialistiche della max autorità teocraticristica d’occidente (bush)
Per soddisfare la sete di giustizia, che va oltre la realtà e la morte, che gli occidentali provano quando pensano alle vittime della barbarie di saddam hussein (perché il messaggio è passato, eccome e l’immedesimazione è un sentimento che si puo’ alterare con l’”informazione” di massa )

Insomma saddam è ormai un dead man walking. Io ho firmato la petizione contro. Ma secondo me non c’è un cazzo da fare.

4 commenti:

Sir Percy Blakeney ha detto...

Non so se hai notato la trasversalità nell'ipocrisia del dolore.. da destra a sinistra.. tutti addolarati.. hanno la faccia come il culo.
Almeno fossero coerenti...

Anonimo ha detto...

Chissà quando la sinistra così pronta a inorridire per la esecuzione di Saddam, avrà il coraggio di dire che la esecuzione di Mussolini è stato un atto anche peggiore. A quando la sx e tutti i fantocci di amnesty e no global associati si inorridiranno per le 1000 esecuzioni che avvengono in Cina ogni anno? o le decine di Cuba...
Per Saddam esultano gli Iraniani....alla ns sx frega un cazzo...è solo un momento per buttare merda contro l'occidente ...meditate...se siete in grado di farlo...
Valter

Anonimo ha detto...

'azz ..per cloroalclero, che avrebbe vouluto Saddam morto nel suo letto e Pinochet impiccato, sono momentacci..

Ganesha

Anonimo ha detto...

E chi te l'ha detto, o frescone qua sopra, che io sarei stata per la pena di morte a Pinochet? Portami una sola riga presa da dove vuoi che dica che io ho mai affermato questo.

Galera sì, pena di morte mai.

cloro