giovedì, giugno 07, 2007

Ancora Kilombo (che palle- che bello-che palle-che bello)


La mia proposta per Kilombo l'ho già fatta e l'ho motivata (abbastanza bene)

Intervento 1 sul post da Tisbe:

bah, visto ke qualcuno mi ha chiamato in causa (grazie, moltitudini, mi hai migliorato la giornata), rispondo in breve:
1)nessuna pregiudiziale di nessun tipo, nè antifascista, nè anticattolika.
2)condizione per l'adesione, una sola: alla domanda "ti senti di sinistra?" il candidato puo' rispondere sì e dunque è ammesso. Basta
3)nessuna censura tranne se qualcuno fa rischiare al sito una denuncia x diffamazione o robe così.
That's all. L'assenza di pregiudiziali dovrebbe essere sostituita a mio avviso, da un potente dibattito culturale sui termini entro cui ci si definisce: antifascista, sinistra, anarchico, antimperialista, antisionista ecc.. magari aprire qualche categoria in più e curare maggiormente l'avanguardia culturale.


intervento 2
io non sono d'accordo nell'assumere alcun riferimento storico, come matrice o come opposizione. Per una semplice ragione, perchè essa, quando venisse adottata, diventa una categoria a cui chiunque puo attaccarsi per fare censura. E QUESTO E' QUELLO CHE METTE NELLA MERDA UN GRUPPO , SOTTOPONENDOLO AD UN VINCOLO DI POTERE. Se sono antisionista, facilmente posso essere attaccata come fascista (c'è gente che di me lo pensa e lo scrive) se mi dico comunista possono tacciarmi di stalinismo, se i rifaccio ai partigiani, puo venir fuori il riformista che la vede alla pansa , che tira fuori gli eccidi da guerra civile della resistenza. Ora: poichè noi non siamo storici e la crisi è emersa proprio per queste problematiche, io direi di aprire il sito a piu' gente possibile, che sia attiva con gli scritti. Persone come moltitudini , come orso o come furio detti, anarchisti, non possono e non vogliono (giustamente) essere costretti in una serie di "regole" ed etichette, che, indpendentemente dalla loro bontà o esattezza storica (di cui non possiamo farci carico) diventerebbero uno strumento del "potere redazionale".
C'è un'altra ragione poi: la società in cui viviamo è proprio un maliteso consesso democratico, in cui la libertà di espressione è un illusione.
Ora il concetto piu' ampio di sinistra che noi, povere menti della blogosfera, possiamo coniare in epoca di crisi della sinistra è proprio la "libetà espressiva totale" che, seguendo la filosofia di Nietzsche, com'è mia abitudine, prelude al conio di nuovi significati, di nuovi linguaggi. Il restringimento, anche minimale della libertà personale di espressione, a mio avviso gioca contro il senso dell'esistenza stessa di un aggregatore che ospita tutti, riformisti e rivoluzionari, moderati ed estremisti. Cio' non toglie che, personalmente, possa decidere anche di aggregarmi ad un blog con la matrice antimperialista, ma non è il caso di kilombo, che deve mantenere, anzi aumentare gli iscritti attivi e promuovere, potendo, un corposo dibattito culturale, che di tutto ha bisogno, tranne che di pregiudizi.


La "clausola antifascista" (come qualunque altra clausola) potrebbe essere manipolata e potrebbe essere usata da gente in malafede per fare cose come queste:

1)chiedere l'espulsione di Dacia Valent perchè nel post "la cristiana occidentale da compagnia" vi si può ravvisare un discorso di supremazia della razza nera. E' ironico? Lo devi dimostrare e ti devi giustificare, portando argomenti per questo.

2)Chiedere l'espulsione di SPB e vivereincoma, visto che afferma "l'esercito di israele vera forza di pace". I casi sono due: o è una presa per il culo o risponde ad una visione filonazista (come se negli anni 30 qualcuno avesse scritto: la Wermacht vera forza di pace)

3)Chiedere l'espulsione di Tisbe che afferma non mi ricordo più in che post una frase tipo "agli israeliani tutto è dovuto" . Qualcuno potrebbe ravvisarvi antisemitismo e filonazismo.

4)Chiedere l'espulsione di Noantri che nei post sulle scarpe ballerine e sulla panza, pur scrivendo molto bene, s lascia andare a frasi tipo: "le donne hanno rinunciato a piacere", manifestando una weltanschauung sciovinista, sessista e, magari per qualcuno fascista (eh dì di no..).

5) Chiedere l'espulsione di Pieroni, perchè filopapista, antiabortista (quindi contrario ad un sacrosanto diritto delle donne) quindi sessista e fascista.

6) Pure l'espulsione mia è di facile argomentazione, volendo. Basti leggere lo Spartacus Quirinus, che tra i suoi sproloqui scatologici, mi mette in mezzo come filonazista (o stalinista, dipende se piove o no).

Ergo: Pregiudiziale è già parola brutta che deriva da pregiudizio, cosa filosoficamente sempre negativa. Il verticismo e il personalismo possono avvalersi, in questa o quella circostanza di tali "pregiudiziali" e quindi ci ritroveremmo a discutere paro paro delle stesse minkiate.
Apertura, anticensura, anarchia, orizzontalità, dovrebbero essere le parole chiave, non di una "sinistra" che sbandiera costituzioni(art 11), ma poi manda soldati a reggere il culo agli americani in Afghanistan, ma della nostra "sinistra" quella che potremmo, volendo, realizzare, in una dimensione del tutto nuova.
Ovvio che un fascista (vero) non risponderebbe mai sì alla domanda "ti senti di sinistra?" o meglio, non piu' di quanto volesse fare uno che s'infiltra, quindi la limitazione delle regole per me è la cosa piu' doverosa e rivoluzionaria.
Contro ogni potere e ogni emarginazione, sempre Anarchia.

e cmq Cloro VOTA MARIO e invita i libertari a fare la stessa cosa.
ps: per i bizzarri che mi hanno scritto se si tratta di Don Mario di 2 post fa, rispondo NO. Mi sembrava evidente che non fosse la stessa persona.

5 commenti:

Tisbe ha detto...

Oh, se è per questo margini per espellermi ce ne sarebbero a iosa. Sono pure apologeta del terrorismo ;-)
Sull'orizzontalità di Kilombo sono irremovibile altrimenti facciamo la fine di Stalin

filomeno ha detto...

la sintesi attuale sulla clausola antifascista è la seguente:

"Ci si richiama al rispetto e alla difesa della dignità e dei diritti di tutti gli esseri umani contro ogni tentativo autoritario, totalitario, discriminatorio o repressivo, nello spirito dei valori di giustizia, libertà e dignità che animarono la Resistenza al nazifascismo"


come puoi vedere questa clausola NON consente un utilizzo dogmatico della stessa poichè si richiama allo SPIRITO ed ai valori di libertà, giustizia, dignità.

Infatti nasce da un confronto tra chi spingeva tra l'inserimento di una clausola antifascista come collegamento alla storia della Sinistra e al sacrificio di tanti uomini nella Carta di kilombo(che altrimenti saprebbe un po' di buonismo qualunquista) e tra chi voleva evitare un uso strumentale della stessa per espellere qualcuno (i timori di mikecs).

Infatti la sintesi è un intuizione di Falecius che certo NON si può definire un censore di Dacia anzi è sempre pronto al dialogo (magari venisse eletto a questo giro, senza nulla togliere agli altri redattori).


Se poi è un problema di completa anarchia , allora il problema NON è la clausola antifascista che è molto meno restrittiva di altre clausole sulla violenza e sulla xenofobia.

E dovresti tenere il discorso su qualcosa di più generale e non sulla clausola antifascista.

ciao

p.s.
sulla discussione sulle over40 sono d'accordo con te e Lameduck :-))
anzi mettetemi in lista se ne avete una ;-)

Rodrigo ha detto...

Oi, achei teu blog pelo google tá bem interessante gostei desse post. Quando der dá uma passada pelo meu blog, é sobre camisetas personalizadas, mostra passo a passo como criar uma camiseta personalizada bem maneira. Até mais.

Cloroalclero ha detto...

x Tisbe e x Filomeno:
cmq in giro c'è gente che critica kilombo x via dei conflitti. Io davvero eviterei a priori che ci fossero. Cmq, vedremo. Io non è che poi abbia voglia di occuparmene.
ciauz

Cloroalclero ha detto...

x Rodrigo
Muito Obrigado

si dice cosi?