martedì, dicembre 19, 2006

Olmert costruttore di pace.


Oggi, gli affezionati lettori del Corriere Della Sera, attingono dalla preziosa fonte d’informazione le notizie seguenti:

Olmert ha promesso di scongelare parte del denaro destinato ai palestinesi (che Israele rapina, da quando è stato eletto Hamas) per impiegarlo in aiuti umanitarii, a patto che il popolo palestinese sia d’accordo a seguire Fatah e indire nuove elezioni, che pongano un’autorità piu’ ragionevolmente porata a riconoscere lo stato di Israele e Hamas sia esautorata.

Le comunità internazionali si son dette favorevoli ad appoggiare Abu Mazen in questo compito e si sono impegnate a mettere un embargo ad Hamas e al suo leader politico Haniyel fintanto che questi non si decida a riconoscere formalmente Israele.

Nel qual caso Olmert si dice più che possibilista a trattare sullo scambio dei prigionieri, tra i quali però non c’è Barghouti perché le trattative per la sua liberazione “non sono in agenda”

Nel frattempo, il leader siriano Assad ha chiesto di poter interagire diplomaticamente con Olmert, ma Olmert ha risposto di no, perché “non vuole fare un torto all’amico GW Bush”. Pensare che la Siria ha chiesto una trattativa, da parte sua senza condizioni. Rinunciando a tutto quello che la Siria aveva precedentemente rivendicato, alle alture del Golan.

Però Olmert dice che no. Che con la Siria bisogna essere intransigenti, perché non c’è da fidarsi e perché secondo lui la Siria continua a sostenere le dimissioni di Siniora, in Libano e armerebbe Hezbollah ed Hamas.

E Ahmadinejad che fa? Annuncia che d’ora in poi si farà pagare il suo petrolio con l’euro, anziché con i dollari.

Inutile aggiungere che noi siamo tra le “comunità internazionali” incondizionatamente schierate con Olmert.

Visto lavoriamo pure noi per la pace nel mondo, mi viene in mente di aggiungere la frase di qualcuno di cui ci apprestiamo a festeggiare il compleanno fra qualche giorno: "Beati i Costruttori di Pace".E cioè beato Olmert. E beati noi, che lo affianchiamo.

3 commenti:

Sir Percy Blakeney ha detto...

Cosa vuoi che Olmert incontri i Siriani? per dire che cosa? Assad è un desposta, ancora per poco anche perchè presto la democrazia spero venga esportata anche li.
Inoltre perchè Israele deve darei i quattrini a chi li uccide con vili attentati.. hanno fatto solo bene.

Anzi ti dirò sono pure fin troppo pazienti, sia con la Siria, con Hezbollah in Libano e con l'Iran.

cloroalclero ha detto...

Bene. Allora prepara i tuoi figli a dei bei regali "di esportazione"

http://www.worldproutassembly.org/images/bomb.gif

cloroalclero ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.