giovedì, maggio 17, 2007

Il proibizionismo porta morte (a noi) e soldi (a loro)






prendo spunto per questo post da quello di Lenin 1986 che mi vede (è raro ma è così) completamente sulla sua linea.

Trovo che il proibizionismo in merito alla cannabis indica rasenti il paradosso e sia totalmente irrazionale. Che lo sia così tanto da far pensare ad un complotto realizzato dalle industrie farmaceutiche e dai produttori di alcolici per spacciare, con tutti i crismi della "legalità" e della "scienza" i loro merdosi ansiolitici, psicofarmaci, antidepressivi più le "droghe legali" (bacardi, chivas regal, johnnie walker, ecc..) propagandate con dovizia di "star" e di slogan e di "modelli" ,così accattivanti da far pensare che l'alcolismo sia ,praticamente, una virtù.

A questo proposito vorrei segnalare l'iniziativa del comune di Milano, che spedisce, a chi sia genitore di ragazzi dai 13 ai 16 anni, un opuscolo con illustrati tutti gli effetti delle droghe "illegali", facendo un unico insieme di coca, "ero", ecstasy e "fumo", mettendo in guardia i genitori sui "sintomi" di tali "tossicodipendenze" in un tono veramente terroristico ( e fondato su chissà quali scelte in materia di scientificità dei dati prodotti). Insieme a tale opuscolo, un "buono" spendibile in farmacia, per approvvigionarsi "aggratis" di un kit di tamponi e testatori per le urine, da somministrare ai loro figli (anche a loro insaputa) per verificare se facciano uso di droghe e se sì, di quali.

I fini psicologi del comune, forse, cercano di dare un po' di lavoro a "chi l'ha visto", dato che, per alcuni genitori, beccare tracce di thc nel sangue dei figli ,significa aver imboccato l'inesorabile strada del vizio, l'essere entrati nel tunnel del "non-ritorno delle tossicodipendenze".
Nella migliore delle ipotesi, un'iniziativa del genere rischia di compromettere in modo grave il dialogo tra genitori e figli, che se non c'è, genera panico inutile ( e dannoso) e se c'è, l'iniziativa risulta un inutile dispendio di risorse pubbliche, teso a inficiare la vita del cittadino inutilmente.

Mi piacerebbe sapere quanti soldi nostri sono stati spesi in quest'operazione mediatica che vorrebbe mostrare "quanto sta a cuore ai pubblici amminstratori la vita familiare degli italiani" (non per niente si è fatto un family day eh,,) e la loro salute.

Ho vissuto gli anni in cui i giovani morivano come mosche, prima per via dell'eroina, poi dell'aids, indotto dalla medesima. So di scene familiari culminate con la minaccia del suicidio da parte di qualcuno dei componenti, per aver trovato il "cucchiaio", il "laccio emostatico" nelle tasche del proprio "bambino".

Ho visto genitori buttar fuori di casa il figlio.
Altri che si mettevano in contatto con la "comunità" per spedirlo via nel piu' breve tempo possibile.
Nella realtà periferica milanese che ho vissuto io, ho visto morire un sacco di gente. Alla fine degli anni 80, vi erano quartieri in cui si faceva un funerale a settimana, di persone sotto i 30 anni.

Dei sopravvissuti che conosco , nessuno che si sia liberato attraverso la comunità.
La maggior parte sono usciti dall'eroina da soli. Hanno scampato l'aids per culo.
In ogni caso, la rivolta studentesca degli anni settanta è stata smorzata, non solo ma anche, dall'eroina e dalle sue conseguenze.

Lo spinello lo abbiamo fumato tutti. Del 99% che fumavano lo spinello in periferia, solo il 5% passava alla coca (anche perchè, oggi no, ma allora costava uno sproposito) e di questi,il 2% all'eroina. Che peraltro era mortale nella misura in cui la tagliavano con la stricnina o con altre sostanze nocive.

Della gente che ho visto andare in comunità, la maggioranza l'ho vista riprendere quand'è tornata.
L'aids poi, come un killer che ti aspetta con pazienza, si manifestava anni e anni dopo che il malcapitato aveva, faticosamente e senza alcun aiuto, fatto scelte di "regolarità" e di legalità, inserendosi come un bravo cittadino che ha sbagliato, ma ha pagato, nel sistema.

Oggi non conosco come stanno le cose. Mia figlia mi dice che molti suoi amici, dalle medie, sono drogati persi. Che però tra le prime droghe che provano ci sono gli anabolizzanti per ottenere migliori risultati in palestra.

Personalmente, considero il "fumo" come la valeriana o la camomilla. Un ansiolitico "illegale".
Che diventa obiettivo del potere nella misura in cui esso fa concorrenza a settori commerciali precisi e ben piu' sporchi, a livello di guadagni e di dannosità della sostanza.

L'illegalità di cui la marjuana è circonfusa, fa sì che essa venga spacciata e tagliata in modo ignobile, generando tragedie come quella del ragazzo morto dopo uno spinello.
Negli stati uniti, negli anni 80, andava di moda la "angel power" un "fumo chimico" che non aveva a che fare con il thc, che provocava deliri di onnipotenza suicidi (la gente si sentiva, dopo questo "spinello" di poter volare, quindi si gettava dalle finestre. Un po' lo stesso effetto della coca chimica, il crack, che miete tante vittime tuttora tra i giovani americani).

Ora apprendo che esiste 'sto fumo letale, che marjuana non è, e che fa morire la gente.
Da genitrice mi cago sotto. E inviterò mia figlia (esplicitamente e senza manco ritirare il kit del comune) a non fare "tiri" da spinelli che girano, eventualmente, in compagnia.
Ormai il fumo è off limits. Come l'angel power. Ma perchè si muova qualcosa (forse) dovranno morire ancora un po' di adolescenti.

Noi dobbiamo accontentarci di sentire Fini che dice, pensando di prendere molti voti per la sua determinazione, che "drogarsi non è un diritto". Con tutte le falsità, le riserve, le conseguenze, pure nefaste, che questo principio provoca nel tessuto sociale e nei nuclei delle famiglie. Ma è la sottocultura di questo sistema. Che fa la guerra anche per l'oppio e che trova il massimo dei modelli di vita nel "mercato". A parte i pochi fanatici "carismatici" che si agitano durante il family day e che si pensano migliori perchè illuminati dal "cristo".

mannaggia che mondo di merda..

7 commenti:

Sostiene Proudhon ha detto...

molto crudo, molto vero e molto giusto.

moltitudini ha detto...

sottoscrivo tutto.
Ma stai tranquilla, ora governa il centrosinistra.
così come su laicità, guerra, procreazione assistita, economia, eccetera...anche su questo tema vi sarà grossa soluzione di continuità.
.
..
...
AjhahaHAhahaHaHaHhahahaAAHAHAHAHAHA!!

Lestaat ha detto...

Proprio dal TG di oggi:
"Sedicenne muore a scuola a causa di una canna"

Beh, si commenta da se.
La stupidità e il pericoloso retroscena sono talmente evidenti che non aggiungo altro.

Anonimo ha detto...

L'uso di sostanze drogate :) comporta una perdita di tempo nel domandarsi cose che mettono in crisi la realta sociale vigente.

Questo e'il vero motivo di tutto ed e' il vero motivo della radice proibizionista.

La canna che uccide evidenzia l'effetivo livello di manipolazione alla quale siamo soggetti.

L'autopsia rivelerá le cause ma al di lá di questo resterá la comunicazione che di una sigaretta magari allo speed o cocaina ne fa una canna che uccide,cosa che appunto invece avrebbe contribbuito nel dare la giusta informazione se appunto non fosse stata manipolata, perche io so, tu forse sai che se vero, il tutto potrebbe essere vero perche quella non era una canna ma un qualcosa di altro che nulla ha a che fare con le canne di fumo o erba .

Anche un mio amico e' morto apparentemente per le droghe,
poi peró si e' scoperto che aveva tenuto nascosto a tutti che aveva problemi di cuore, nascondendolo anche a se stesso !!!!!!
Sarebbe potuto morire quindi anche con una corsa sfrenata alla quale lui non si sarebbe esonerato.....

Deepaction

Cloroalclero ha detto...

giusto andrea.cmq come dice lestaat il modo in cui danno le notizie si commenta da solo...

orso ha detto...

bel post...
e importante è vedere come è "intervenuta" l'ero nel movimento...
anche l'allora gioventù soprattutto "impegnata" della mia città è stata falcidiata...
tristezza
ciao Cloro
orso

Anonimo ha detto...

boh io sono stato fumatore per anni e questa dell erba(o fumo) tagliata con altre sostanze pericolose mi sembra una gran stronzata.
le droghe piu pesanti costano di piu' a peso ( e quindi non convengono per tagliare fumo/erba) o se fumate tipo canna(mischiate con tabacco) non fanno nessun effetto
e' vero che e' morto dopo essersi fatto una canna, ma anche dopo una lezione d italiano o una chiaccherata con amici.. chi ci dice che non siano queste le cause scusa?(se usassimo lo stesso ragionamento!0