venerdì, marzo 02, 2007

"Buon Senso" solo in apparenza




Mia figlia, di 14 anni, intelligente, ma ciuccia come pochi, ha orecchiato in tv la storia che è caduto il governo e, come succede tra genitori e figli, è capitato che ne abbia chiesto.

Sapendo che lei non sa molto (praticamente niente) di politica, le ho risposto come segue:
“Il governo è caduto perché alcuni senatori si sono rifiutati di votare a favore della missione militare in Afghanistan, che necessitava di rifinanziamenti”.

Giustamente, mia figlia, che è ciuccia a scuola, ma stupida no, mi ha chiesto conferma se adesso ci fossero state al governo le sinistre o se lei avesse capito male e ci fosse stato ancora Berlusconi.

Al che, le ho risposto: “ma dove vivi? C’è su Prodi, o ignorantona!”

Allora lei si è giustamente ricordata delle manifestazioni, di quello magro magro (Fassino) che, da sotto la bandiera della pace, si proponeva come alternativa a Berlusconi, facendo capire che la sua politica sarebbe stata diversa, proprio su questa cosa dell’intervento in guerra…(ovvio che lei non aveva chiaro “di che guerra” si stesse parlando. Notevole è però che le sia stato passato, a lei, minorenne, insipiente, il messaggio pacifista) .

Allora: Ladytux, una nuova acquisizione di Kilombo, della quale ho rispetto, apre una polemica sul fatto che ella è d’accordo che Turigliatto sia estromesso dal partito, perché “non ha rispettato i patti” ovvero (cito testualmente) “ Agli elettori è stato chiesto di votare "quel" programma... ce lo siamo letto mi pare
Beh se in quel programma non c'è scritto che ce ne andavamo dall'Afganistan, anzi, Turigliatto non puo' decidere per tutti gli elettori del centro sinistra, che io sia d'accordo o meno con l'idea di fondo.(…)Nel programma (che tra l'altro è online proprio sul sito di rifondazione) è sottolineato che le missioni 'onu' non si toccano.
Giusto, sbagliato, non ci piace, ci fa incazzare...ma quest'abbiamo accettato e Turigliatto per primo.
Turigliatto ha fatto un patto con il partito (e gli elettori) ed ha accettato la linea di quel partito per 5 anni...non ha mantenuto i patti. Vai fuori dal partito. Perchè resti in un partito se non rispetti i patti e la linea decisa?”

Mi viene in mente la pubblicità di un famoso gelato, in cui un ragazzo, di fronte alla macchinetta dei preservativi, mentre la fidanzata lo aspetta in auto, sceglie invece di usare le sue monete per comprare un gelato (“il” gelato) perché, e qui stava la propaganda, “nella vita è questione di priorità”.

Italo ha risposto a Ladytux citando uno stralcio del programma: “ " Queste considerazioni ci dovranno indurre a un’applicazione rigorosa dell’articolo 11 della Costituzione che, oltre all’ovvio principio di autodifesa, prevede e consente l’uso della forza soltanto in quanto misura di sicurezza collettiva, come previsto dal capitolo VII della Carta della Nazioni Unite, secondo criteri che distinguono la funzione di polizia internazionale dalla guerra: il mandato dell’Onu, una forza delle Nazioni Unite, di natura tale da garantire la terzietà rispetto al Paese e agli interessi in campo; la congruità dei mezzi rispetto ai fini perseguiti.Crediamo che il Parlamento debba autorizzare le spese relative ad un’eventuale partecipazione dell’Italia con votazione separata per ogni singola missione ."

Anche io, in un precedente post, avevo citato un altro stralcio del programma, che diceva
"L'Unione si impegna, nell'ambito della cooperazione europea, a sostenere una politica che consenta la riduzione delle spese per armamenti"

Però, c’è un però… e cioè che nel programma c’è anche un paragrafo abbastanza lungo dedicato alla nostra collaborazione con gli organismi internazionali per la “lotta contro il terrorismo” le cui affermazioni contraddicono palesemente quello che è citato qui sopra da Italo e da me, perché denominando “terrorismo”, secondo cio’ che viene indicato dagli organismi internazionali come “pericoli per la nostra sicurezza” i “talebani” piuttosto che Hezbollah, piuttosto che “l’estremismo islamico” ed affermando come impegno italiano la “collaborazione” con le forze che tutelano la “pace”, ecco che abbiamo firmato il nostro impegno per la “guerra” che, ovviamente, è sempre “difensiva” dati i presupposti…

A questo punto, sembrerebbe che Ladytux abbia ragione e cioè che in effetti:
1)son state fatte le primarie
2) le primarie le ha vinte prodi
3) il prc ha sottoscritto che se le primarie le avesse vinte prodi, il partito si sarebbe attenuto alla sua linea
4)Turigliatto si è sottratto a quest’impegno e cio’ fa sì che Ladytux scriva:

“non sono d'accordo con le tesi rivoluzionarie per un semplice problema di logica e coerenza (…)Turigliatto ha fatto un patto con il partito (e gli elettori) ed ha accettato la linea di quel partito per 5 anni...non ha mantenuto i patti. Vai fuori dal partito. Perchè resti in un partito se non rispetti i patti e la linea decisa?”

Dal punto di vista da me descritto, potrebbe sembrare che abbia ragione. Ma “potrebbe sembrare” perché, appunto, ha solo apparentemente ragione.Come dicevo inizialmente: “nella vita è questione di priorità”. Priorità vuol dire “una cosa viene prima di un’altra, vi è primato “logico e, sprattutto, ontologico” si direbe in filosofia. Una cosa dipende da un’altra.

Ora: nel medesimo contesto o le parole hanno valore sempre, o non hanno valore mai.
Innnanzitutto: un programma di 300 pagine. Io preferisco leggermi o rileggermi un’opera di filosofia, piuttosto che leggermi un programma di una “coalizione” di menti che è lungo 300 pagine, dove si dice tutto e il contrario di tutto.
Se si cita (come si cita) la costituzione, in questo programma, io sono tenuta a pensare che non sia un caso. Siccome la costituzione è ( o dovrebbe essere) la regola delle regole, da sola basterebbe a giustificare, a livello di fondamento, tutto quello che decido dopo.
Ma facciamo che la costituzione non sia citata, che in definitiva, il programma di 300 pagine non valga una fava, se non altro perché le parole si annullano a vicenda e la maggior parte di noi non le ha lette (io per prima) quando ha votato per l’unione.

Allora, se gli “scripta” non valgono nulla, è la “strategia” quella che dà significato all’evento: Prc si era impegnata che, se perdeva le primarie, avrebbe “abbozzato” (come dicono a Roma) sulle riserve che le servitu’ militari implicano.

Ma se è la “strategia” cio’ che conta, bisogna tenere conto che noi non abbiamo votato dei personaggi che decidono sul resoconto condominiale, abbiam votato su una “politica” coè su scelte le cui conseguenze vanno a condizionare l’intera collettività.
Pertanto: se chiudono l’ospedale vicino a casa mia, ma destinano 13 miliardi alla costruzione dei “caccia joint strike fighter” ho il sacrosanto diritto di incazzarmi, perché questa conseguenza non poteva, né si sarebbe potuta conoscere, a livello di massa, prima che votassero per la guerra.

Allora: i fattori da predere in considerazione sono che:
1)il programma era intrinsecamente contradditorio (quindi ogni cosa che diceva si annullava con il suo opposto)
2) questi sono politici (responsabili e candidati per il buon funzionamento della polìs, cioè dello stato)
3) i politici precedenti (e neppure loro) non hanno creato un substrato culturale tale da far sì che il popolo votante potesse vedere “così lontano”, rispetto alle logiche elettorali con cui hanno mistificato questa manovra (a mio avviso un piccolo “colpo di stato” ma non voglio parlare di questo ora)
4) La campagna elettorale di questi politici è avvenuta all’ombra delle “bandiere multicolori” che significano una cosa precisa: PACE. Mia iflgia si ricordava, nella fattispecie, lei che di politica non se ne interessa, di Fassino che interveniva da sotto una delle medesime bandiere.
5) Se le parole non valgono (ed effettivamente, nel caso del programma, non sono valse) a qualcosa bisogna dar pure significato

Sul punto 5:
Mi spieghi Ladytux ( e i "rivoluzionari da operetta" che le danno ragione) perché , non dando ragione alle parole, non si debba neppure darla ai simboli.
Per quale ragione si pretende che l’elettore dovesse conoscere le 300 pagine di programma ( che, come dimostrato non valgono una cippa, perché autoannullantesi) e invece non dovesse dar significato alla bandiera multicolore, che, nell’immaginario collettivo (c’è gente che l’ha esposta mesi fuori dal balcone) significa “sono contro la guerra” , contro qualsiasi guerra, e sotto i cui colori i politicanti da 4 soldi che abbiamo votato, hanno lanciato slogan “popolari” per dire che “rispetto a Berlusconi questo, proprio questo, sarebbe cambiato.

Mi spiegassero, Ladytux e gli amici suoi, per quale ragione, un elettorato insipiente quanto mia figlia, avrebbe dovuto entrare nel merito di “strategie obbligate” dal “sistema maggioritario” , per cui chi è contro la guerra è, necessariamente “uno che fa la rovina della sinistra”. Di quale sinistra?
Di quella che nelle votazioni per la finanziaria vota a favore delle scuole private, delle privatizzazioni e degli armamenti?

Di quella che ha, come unico contenuto politico (nel senso letterale del termine) la paura che Berlusconi torni al governo?

Di quella che, per dirla con Platone, reagisce ad un’ingiustizia come "i piu’, perpetrando un’altra ingiustizia"?

Di quella sinistra che contribuisce a tirare bombe ed ammazzare la gente, senza spiegare chiaramente il perché agli elettori, solo perché lo ha sottoscritto al momento delle primarie?
Di quella sinistra che dice ai cittadini che l’hanno eletta “abbiamo ritirato le truppe dall’Iraq, accontentatevi?

Eh, no cari miei, io non faccio parte di questo popolo che erige ad autorità degli accordi arbitrarii tra oligarchi, che “si accontenta” , che pone fiducia in chi ha il potere solo perché ha il potere.

Non mi pare di essere rivoluzionaria in questo. Solo di rivendicare la mia dignità di ente pensante e non ovino.

Altrimenti andrei a far parte di quella schiera di persone, magistralmente descritta da Jannacci con una sola frase, e a cui sono fiera di non appartenere:

“quelli che…sono onesti….fino a un certo punto”

10 commenti:

Skeight ha detto...

Sinceramente, mi sembra una grossa forzatura quella che fai del post di Ladytux, ma a parte questo ci sono delle cose che non capisco:
1) dici che il programma dell'Unione era contraddittorio, con elementi che si annullavano a vicenda, ma subito dopo dici di non averlo letto; ma allora su che basi parli di contraddittorietà?
2) dici che la campagna elettorale del centrosinistra si è basata tutta sul pacifismo e le bandiere arcobaleno; in quale paese? In Italia tutto 'sto pacifismo al centro del dibattito elettorale non l'ho visto, si è parlato sempre e solo di tasse, o meglio: l'elettorato "insipiente" di cui parli si informa attraverso la tv, e in tv le immagini delle manifestazioni per la pace non sono mai state collegate alle elezioni, che invece, nei vari dibattiti, si sono concentrate sul tema delle politiche economiche

Insomma, detto senza offesa e in amicizia, nel tuo discorso non ci trovo né capo né coda

mario ha detto...

La sensazione è che ognuno peschi nel programma quello che più piace.
In questo la tua tesi non fa una grinza, così come è vero che:
1- 300 pagine di programma non le ha lette nessuno (credo che anche Prodi si sia limitato a farselo raccontare)
2- quali sono le priorità e cosa ha più valore rispetto a cose che contrastano
3- alcune formule sono di una vaghezza impressionante
4- i primi a contestare il programma ed il fatto che ci si dovesse attenere sono stati i signori della Margherita sulla questione delle pensioni(al contrario mi devono spiegare perchè non aboliscono lo scalone)
5- la questione del pacifismo è stato uno dei temi del dibattito politico e, tra l'altro, il segno distintivo della coalizione. Le truppe dall'irak aveva deciso di toglierle anche il Berlusca.

cloroalclero ha detto...

x Skeight: l'ho letto (parzialmente) DOPO le elezioni, mannaggia. La contradditorietà l'ho ravvisata quando è stato il momento di metterla in evidenza. Non certo prima delle elezioni, altrimenti, da anarchica non avrei votato (e avrei fatto solo bene) .
Sulle manifestazioni: non o so quando ci si riferisce alla comparsa di Fassino sotto le bandiere. So solo che, tuttora, passando davanti alla sede della CGIL vi è esposta, oltre alla bandiera CGIL, quella multicolore, della "pace" appunto (ci passo davanti tutte le mattine).
Hai, forse, ragione nella mia attuale impossibilità di collocare temporalmente la sequenza degli avvenimenti. Non ce l'hai nel dire che operei una "grossa forzatura (...) del post di Ladytux, ", visto che lo cito letteralmente.

x Mario: tutto OK. sn d'accordo.

meinong ha detto...

Aspetta che ti leggo...
Siete troppi a scrivere ed io solo a leggere...
Vieni a vedere che ti ho votata...

Pensatoio

orso ha detto...

bel post...questi giorni capito in discussioni con conoscenti e si arriva spesso a parlare di politica.. alcune volte rimango sorpreso da alcuni che tempo fa erano e si esprimevano diversamente...sai, oggi mi sembra di avere davanti dei freddi e lucidi statisti, di quelle persone che "com'è umano leei", nel senso senza quasi umanità, sensibilità...
bisogna pensare dell'altro...
saluti libertari
orso

ladytux ha detto...

Ladytux Le chiede, innanzitutto se per carineria ed onestà la prossima volta che mi nomina,se fosse possibile essere avvertita, cosi' mi dà il diritto di replica, come ho già chiesto a pensatoio.
Secondo, lei ha votato con quali presupposti se non sapeva cosa andava a votare?
Terzo, se ti chiudono un'ospedale ovvio che da cittadina ti puoi incazzare, se l'ospedale te lo chiudono grazie ad un voto che hai dato sei mesi fa..a favore, non ti sembra 'opportunistico' incazzarti sei mesi dopo?
Turigliatto sei mesi fa sull'afghanistan che cosa ha votato?
Lo vuoi santo subito? bene. per me resta uno che ha scelto il momento per fare campagna aqcuisti.
D'accordo? no? C'è libertà d'opinione mi pare, soprattutto tra cittadini che NON CI GUADAGNANO.
Perchè resta con il csx, se la politica del csx non gli piace?
il post di ladytux lo citi letteralmente a pezzetti tirandolo fuori da un contesto ben chiaro.
Quello che citi tu è un pezzo di una serie di post sulla caduta di governo.
Guarda un po' se ne sono accorti
gli altri prima di me.
ripeto, se turigliatto è per la pace in afghanistan fa come strada, lotta e resta fuori dal sistema dei partiti che gli fa schifo, se accetta lo stipendiuccio comunque,e chiama in soccorso dell' afghanistan la cdl...beh ci capite più di me di politica, perchè a me pare un suicidio politico e civile.
Certo Fini i soldi li metteva per l'ospedale...perchè il ministro degli esteri Fini era...e fini sarebbe tornato.

Miguel Martinez ha detto...

"Agli elettori è stato chiesto di votare "quel" programma... ce lo siamo letto mi pare"

Mmmh, io no, e quindi non ho votato.

Invece sono sicuro che se lo siano letto tutti gli altri che sono andati a votare :-)))

Comunque per sicurezza, propongo che alle prossime elezioni si lanci un appello perché nessuno vada a votare, se non ha letto prima i rispettivi programmi.

cloroalclero ha detto...

x Ladytux: a me nn frega niente di difendere turigliatto. Mi premeva piu che altro rimarcare l'idea di politica che prevale ora. Nessuna dialettica, nessuna possibilitò di esprimere la propria opinione.Ci si allinea come pecore a patti che hanno fatto PRIMA e senza di noi. E, per dare l'esempio, EPURANO chi fa diversamente.
Fini? fini faceva cagare, ma il govrno prodi ha speso x la difesa piu soldi che berlusconi. Vogliamo fare finta di niente?
Io non ci vedo differenze sostanziali che giustifichino campagne fondate sulla "paura" di berlusconi, tu si?
xOrso: sì infatti, sembrano tutti analisti, "strateghi" della politica, "esperti" del mercato istituzionale.x Miguel. Esatto. ognuno si legga 300 pagine, poi voti. Cazzi suoi se poi le 300 pagine vengono ridotte a due cartelle nello spazio di 6 mesi.
ehehehehehehehe
pensa come si sente pirla l'elettore che davvero se le è lette...

Sir Percy Blakeney ha detto...

Secondo me c'è un errore di base.
E mi spiego: A noi elettori è stato venduto un programma di centro-sinistra, poi come nei più classici pacchi delle televendite ci è stato consegnato un governo DEMOCRISTIANO, perchè è inutile farsi le pippe, questo è un governo DEMOCRISTIANO, per giunta composto dagli avanzi della vecchia DC (De Mita dice niente???)
Ora quando è caduto il governo, grazie a Turigliatto e Rossi, che probabilmente hanno avuto un risveglio... (forse che a turigliatto tra l'altro gli dava fastidio di versare il 55% al partito... cosa che ora non farà)e ci hanno offerto la possibilità di usufruire della clausula di rescissione... ma Noi elettori, come la casalinga di Voghera (e chiedo scusa alla casalinga di Voghera) abbiamo detto no...
Perchè? per la paura che torni Berlusconi..
Io dico cazzo, che differenza c'è tra questi al governo e berlusconi.. trovatemene una.. (a parte i nomi) .... ecco questo è stato l'errore.. se si tornava a votare e se la sinistra avesse avuto le palle di cacciare non chi ha fatto cadere ma i caduti colpevoli di averci preso per il culo, se da questa catarsi il csx avesse avuto le palle di rinnovarsi non so se le elezioni si sarebbero perse... ripeto con gente nuova e non con le stesse cariatidi, che domani sicuramente si ricleranno nell'PD pronti ad incularci nuovamente.. con un nuovo marchio... ed un nuovo pacco.

cloroalclero ha detto...

Quoto, Percy, quoto.
Ed è solo con una graduale "anarchizzazione" del paese, cioè con lo spostament del potere decisionale sempre piu' verso il basso, che abbiamo speranza di cambiare qualche cosa...