martedì, gennaio 16, 2007

In Italia C'E' il FEDERALISMO!!!




Sì. Il federalismo è una realtà. Ormai, la politica estera, espressione fondamentale della sovranità di un paese, la decidono i comuni.

Infatti, il premier Prodi, a proposito dell'allargamento della base USA a Vicenza ha detto (cito testualmente)
Sto per comunicare all'ambasciatore Usa che il governo italiano non si oppone alla decisione del precedente governo e del Comune di Vicenza presa con voto del consiglio comunale a che venga allargata la base militare dell'aeroporto di Vicenza

Egli apre anche la possibilità che, a livello locale (perchè è chiaro che è lì che si prendono le decisioni) ci potesse anche essere la prospettiva del referendum, che comunque non si è fatto (lui non ne ha notizia) e non si farà.

Fine delle trasmissioni. Servi di ieri, di oggi e di domani. Con annessa presa per il culo dei cittadini (i contribuenti dell'esportazione di democrazia in Afghanistan).

10 commenti:

unonessuno ha detto...

Ciao Cloro, scusa la differita con la quale ti rispondo. Ogni tanto il livello di iprocrisia di questo mondo supera la mia soglia di sopportazione e io mi disconnetto. Cosa posso dirti di Christian Fonzie ? Non è una mia idea, io ho solo contribuito con un post e i titolari, che non conosco, mi hanno regalato le "chiavi del sito"...E' sempre una immensa goduria leggerti.Così a istinto mi pareva che avessimo un modo simile di percepire le cose del mondo; quel tuo post che citava un brano del vecchio Hank è solo una conferma...

tisbe ha detto...

Nessun Governo può opporsi agli Usa, altrimenti rischia di fare la fine dell'Iraq :(

mario ha detto...

Come pensi che si possa esportare la democrazia se ci manca un modello a cui fare riferimento?
Quei militari sono a disposizione per insegnarci come si fa!

Anonimo ha detto...

ben svegliata. sono anni che le regioni hanno autonomia di trattato con gli stati esteri.
In questi giorni la Sicilia sta firmando un trattato con la Libia.
Magari se leggessi/scrivessi meno cazzate riusciresti a trovare il tempo per studiare un po'.

orso ha detto...

ciaoo...ho letto il tuo post su comedonchisciotte...non ti rinnovo i complimenti se no rischio di stufarti...sti americani hanno fatto l'acido, come hanno fatto l'acido i vari personaggi italici sempre proni verso questi neo-nazi...ieri ho sentito Luttwack (ma si scriverà così?) che ha garantito che d'alema non è anti-americano, cazzarola, ora possiamo dire di avere la conferma! eh eh....un abbraccio libertario

Antonio ha detto...

A)Stati uniti: nazione che vive sul debito, sulla speculazione di scambi in dollari del petrolio e della merce mondiale.
B)Il sistema capitalista americano e' in profonda crisi; all'orizzonte contrapposizione economica con Europa, Cina e l'India.
C)Bisogno di penetrazione massiccia e duratura in zone strategiche, tra cui l'Italia (altro che fine della guerra fredda!!!) nel cuore del mediterraneo e nel "culo" dell'Europa.
D)Allargamento delle zone di guerra con la futura aggressione all'Iran.

Per comprendere la portata dell'impero Americano, sulla sua natura e deriva, bisogna rapportarlo con l'antico e nostrano impero Romano. Se questa similitudie e' vera; l'Italia per l'America e' come la Dacia per l'impero Romano.

Saluti

Simone Ramella ha detto...

Concordo in pieno, tanto che ho utilizzato il tuo riferimento a questa originale (e triste) versione del federalismo a chiusura di un post che ho scritto oggi sullo stesso argomento. La sostanza della decisione, visti altri precedenti, non mi ha sorpreso più di tanto, ma le motivazioni addotte da Prodi per giustificarla l'hanno resa ancora più indigesta.

Andrea ha detto...

Prodi ha perso l'ennesima occasione per fare qualcosa di buono. Ma ne avranno parlato di Vicenza nel conclave?
Triste storia...

unonessuno ha detto...

Ciao Cloro,
dai un occhio a questo video.

http://www.youtube.com/watch?v=gl-0ItBWQYw

Anonimo ha detto...

ciao cloro che si dice?? Da tanto che non ti vedo più
aquila tricolore de ilnazionalista.splinder.com